fbpx

Good Contents Are Everywhere, But Here, We Deliver The Best of The Best.Please Hold on!
Coffee Break


Vi presentiamo G&G, Giona & Giulia, due giovanissimi “temporary” colleghi!

Anche quest’anno, in questi due mesi estivi, stiamo ospitando studenti provenienti dal corso per esperti in New Media Marketing di Fondazione ITS Incom di Busto Arsizio, che organizza percorsi formativi mirati allo sviluppo delle competenze nel settore dell’informazione e dei servizi applicati alla comunicazione con un approccio fortemente applicativo e orientato al mondo del lavoro. 

Il motivo per cui ci piace avere stagisti, tirocinanti e altri giovani collaboratori, oltre che per un utile supporto operativo (fotocopie a parte!!), è la possibilità di guardare al mondo reale, là fuori, con i loro occhi. Ascoltare la musica che gli piace (non sempre la trap fortunatamente!), conoscere le serie tv che guardano, vedere gli acquisti che fanno online, i marchi che seguono, continuare a stupirsi del rapporto che hanno con quella ormai specie di protuberanza digitale del loro corpo che è lo smartphone… tutto questo è uno spaccato vero, non filtrato dai social, dai giornali o dalle ricerche di mercato.

Insomma avere dei Millenials in carne e ossa in ufficio può aiutare tantissimo nel tuo compito di comunicatore moderno. Lo consigliamo a tutte le imprese non solo alle agenzie creative!!

Ed eccoli G&G, Giona & Giulia




Nome: Giona Mason
 
Età: 21 anni
 
Come stai vivendo questa esperienza?
In queste settimane ho avuto l’opportunità di applicare i miei studi del corso ITS di New Media Marketing in un ambiente amichevole e tranquillo.
 
Che cosa ti è piaciuto soprattutto in queste settimane?
È stato molto interessante andare in azienda e partecipare con fotografo e art director a sopralluogo e shooting fotografico per un sito web.
 
Che cosa hai trovato di diverso rispetto a quanto studiato in questi mesi di corso?
Impaginando il programma di un evento ho capito come un lavoro che può sembrare semplice e veloce può rivelarsi complicato, fino a revisionarlo per settimane per renderlo perfetto in ogni minimo dettaglio. Un’altra cosa che non sapevo è che ogni settimana si fa un “progress” per confrontarsi e collaborare al meglio.

L’esperienza Stage credi sia effettivamente utile per la tua formazione?
Sì, mi sto rendendo conto di come funzioni realmente un’agenzia di comunicazione, dalla figura dell’account a quella dell’art director! Mi accorgo giorno dopo giorno di quali sono le difficoltà e le sfide con i clienti, ma soprattutto sto cominciando ad intravedere quale ruolo mi piacerebbe intraprendere in futuro.

Consiglieresti Magoot ad altri giovani aspiranti “new media marketers”?
Fare uno stage in un’agenzia come Magoot per me significa essere seguiti passo a passo, ad ogni difficoltà si può sempre contare su di voi. E poi si ascolta musica piacevole mentre si lavora e si chiacchiera durante le pause! Spero che altri ragazzi come me e Giulia abbiano un’opportunità del genere, un’esperienza di crescita professionale ma anche personale.






Nome: Giulia

Età: 20

Come stai vivendo questa esperienza?
Sto vivendo questa esperienza in modo sereno, cerco di non perdermi neanche un attimo della vita in agenzia, in modo da apprendere il più possibile!!

Che cosa ti è piaciuto soprattutto in queste settimane?
In queste settimane la cosa che più mi è piaciuta è stata incontrare i clienti, perché mi ha dato modo di vedere con quale approccio si interagisce e si presentano i lavori che si stanno svolgendo. 

Che cosa hai trovato di diverso rispetto a quanto studiato in questi mesi di corso?
Il lavoro del Social Media Manager! Mi aspettavo che fosse piuttosto statico, noioso. In realtà è divertente (oddio, non sempre!) e richiede creatività e originalità. Ho capito che non è una mansione da sottovalutare, è impegnativo mantenere l’engagement alto e non annoiare il pubblico di riferimento!

L’esperienza Stage credi sia effettivamente utile per la tua formazione?
enso che due mesi di stage siano utili perché permettono di vedere come si svolge il lavoro e di cominciare a capire quale ruolo si vuole ricoprire in futuro.

Consiglieresti Magoot ad altri giovani aspiranti “new media marketers”?
Sì, perché anche se è una piccola agenzia, o forse proprio per quello, permette di vedere tante attività e seguirle nei minimi dettagli.


0